Formazione


Approccio Aree di Intervento Catalogo Corsi Clienti Contatti
 
Mi occupo di formazione da molti anni. La mia filosofia di fondo e' sempre stata molto semplice e lineare:

  • Insegnare solo cio' che pratico
    Se non abbiamo mai applicato la teoria, siamo sicuri che funzioni in pratica? Se funziona, perche' non la usiamo? Se ci occupiamo solo di formazione, come possiamo mantenere il contatto con le problematiche reali?
  • Insegnare solo cio' che ho usato in progetti reali
    Non basta aver usato un linguaggio, una tecnica, un approccio su problemi giocattolo. La prova del fuoco e' sempre l'utilizzo in progetti reali. Quando si comporta bene in situazioni complesse, allora e' al livello di maturita' giusto per essere insegnato.
  • Insegnare solo cio' che conosco a fondo
    Cerco sempre di condurre i corsi in modo molto interattivo: partecipando attivamente si impara sicuramente meglio. Partecipazione attiva significa anche fare molte domande: per questo chi insegna ha la responsabilita' di approfondire la materia ben al di la' del programma "ufficiale" di un corso.

Ovviamente, tutto questo ha una importante conseguenza:
  • Non faccio formazione dopo aver giocato qualche settimana con le beta dei prodotti
    Nel mio catalogo corsi non troverete nulla riguardo le ultime versioni di librerie, strumenti di sviluppo, ecc. Ci sono molti formatori sul mercato che coprono egregiamente questi settori. Personalmente, trovo questa cosa in contrasto con i punti precedenti, e di conseguenza i miei corsi sono orientati a chi vuole lavorare bene, con strumenti e metodi solidi.
Se da un lato non troverete corsi nati sulle versioni beta dei vari prodotti, troverete invece molti corsi con contenuti di metodo molto moderni ed avanzati. In tutti i settori di cui mi occupo ho dato spesso un contributo personale alla disciplina. Per ogni corso, ho raccolto questi elementi distintivi sotto la scheda "peculiarita'". Trovo che ci sia una differenza profonda tra studiare una versione beta e studiare i risultati piu' recenti della ricerca e fonderli con lo stato della pratica. E' inutile, ad esempio, studiare le ultime librerie per la programmazione concorrente se non abbiamo gli strumenti concettuali e metodologici per progettare bene un software concorrente.

Svolgo sempre l'attivita' formativa in prima persona. Non sono affiliato a nessun produttore di strumenti, ed in questo senso posso mantenere la massima liberta' intellettuale nel sottolineare i punti di forza e di debolezza delle diverse soluzioni. La lunga esperienza in numerosi settori applicativi mi permette spesso di fare riferimento a progetti, situazioni, problematiche analoghe a quelle vissute dai partecipanti, aumentando la concretezza e l'impatto della fase formativa.

In generale, i corsi sono sempre "componibili" a piacere, prendendo argomenti da corsi diversi e fondendoli in un programma personalizzato. Spesso, anche gli esercizi vengono personalizzati per avvicinarsi al settore applicativo dei clienti. Piu' in generale, e' possibile prevedere un piano formativo sul medio periodo, che affronti i vari argomenti in modo organico. Per esperienza, consiglio sempre di iniziare con un corso singolo, e poi di estendere eventualmente la portata dell'intervento. Il primo corso permette a chi partecipa di conoscermi come docente, ed a me di capire meglio cosa devono realmente approfondire i partecipanti.

In alcune occasioni, ho creato materiale formativo custom. Creare un corso da zero e' sempre un investimento importante, che deve trovare una sua giustificazione (numero di sessioni rilevante, potenziale riutilizzo in altre occasioni, ecc). Non e' quindi una mia pratica comune, ma se avete esigenze specifiche in uno dei settori di mia competenza, contattatemi pure per discutere la possibilita' di creare materiale ad-hoc.