Dr. Carlo Pescio
Recensione: The Unified Software Development Process


Scheda Libro
Autore: Booch, Jacobson, Rumbaugh Titolo: The Unified Software Development Process
Editore: Addison-Wesley ISBN: 0-201-57169-2
Lingua: Inglese Anno: 1999 Pagine: 460 circa Allegati: nessuno

Commenti
Talvolta per scrivere una recensione occorre prestare attenzione a non confondere il giudizio sul testo e quello sull'argomento che tratta. Ad esempio, possiamo non amare Windows o MFC, ma possiamo ugualmente trovare dei buoni libri su Windows ed MFC.
Il testo in questione pone lo stesso tipo di dilemma. Descrive bene un argomento che non amo molto, ovvero lo Unified Process dei tre amigos, la "metodologia ufficiale" del team di Rational che poggia sulla notazione UML.
L'impostazione delle prime due parti è piuttosto classica: un primo capitolo descrive a macro-livello lo Unified Process, mentre i capitoli seguenti affrontano le diverse fasi logiche (dai requisiti al codice ed al test), dandone una giustificazione, una descrizione, una procedura di utilizzo. L'unica (e benvenuta) eccezione è il capitolo due, che sottolinea l'importanza delle persone coinvolte nei progetti; segno che due decenni di peopleware non sono andati del tutto sprecati.
La terza parte del testo arriva invece un po' a sorpresa, e riprende gli argomenti trattati nelle pagine precedenti secondo un'ottica diversa, ovvero il project e risk management.
Conclude il volume l'immancabile overview di UML, che ovviamente non basta a sostituire un libro specifico ma rende il volume maggiormente autocontenuto.

Pro
Si tratta di un buon libro, completo pur senza eccedere nel numero di pagine. La suddivisione tra aspetti tecnici e di project management, un po' inusuale in un libro su una metodologia, rende alcune parti un po' ridondanti ma facilita l'approfondimento di temi specifici per chi non ha interesse a studiare l'intero volume. Buona parte del contenuto costituisce un riferimento interessante anche per chi voglia adottare un processo UML-based diverso dallo Unified Process.

Contro
Manca anche il minimo di critica cui i testi moderni ci hanno abituato; d'altra parte, gli autori del libro sono anche i creatori dello Unified Process. L'enfasi del marketing è ben visibile sin dal titolo del primo capitolo, che contiene tutte le giuste buzzword ("Use-Case Driven, Architecture-Centric, Iterative and Incremental") per rimarcare che lo Unified Process è la via degli amigos per la salvezza.